Guida all’Elaborato d’esame di Terza Media

Sei uno studente in procinto di sostenere l’esame di “Terza Media” ed hai bisogno di capire come scrivere la famosa “tesina”? Oppure sei un docente della Scuola Secondaria di Primo Grado alla ricerca di indicazioni da fornire ai propri studenti, in merito all’ormai celebre “elaborato”?

Se la risposta ad una di queste due domande è affermativa, dovresti aver trovato ciò che cercavi: una guida alla stesura dell’elaborato “multimediale” da presentare al colloquio orale dell’esame di Stato conclusivo del Primo Ciclo di Istruzione… cioè l’esame di Terza Media!

Il Ministero dell’Istruzione infatti, con l’Ordinanza prot.9 del 16/5/2020 ha definito le modalità di espletamento degli esami di Stato del Primo Ciclo, nonché i criteri e le modalità per la realizzazione e la presentazione degli elaborati.

In particolare, per quanto attiene ai criteri di realizzazione di cui all’art.3 si legge che:

  1. Gli alunni delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado trasmettono al consiglio di classe, in modalità telematica o in altra idonea modalità concordata, prima della presentazione di cui all’articolo 4, un elaborato inerente una tematica condivisa dall’alunno con i docenti della classe e assegnata dal consiglio di classe.
  2. La tematica di cui al comma 1:
    • è individuata per ciascun alunno tenendo conto delle caratteristiche personali e dei livelli di competenza dell’alunno stesso;
    • consente l’impiego di conoscenze, abilità e competenze acquisite sia nell’ambito del percorso di studi, sia in contesti di vita personale, in una logica trasversale di integrazione tra discipline.
  3. L’elaborato consiste in un prodotto originale, coerente con la tematica assegnata dal consiglio di classe, e potrà essere realizzato sotto forma di testo scritto, presentazione anche multimediale, mappa o insieme di mappe, filmato, produzione artistica o tecnico-pratica o strumentale per gli alunni frequentanti i percorsi a indirizzo musicale.

Per quanto riguarda invece le modalità di presentazione di cui all’art. 4:

  1. Per consentire la piena valorizzazione e una più attenta valutazione degli elaborati di cui all’articolo 3, il consiglio di classe dispone un momento di presentazione orale degli stessi, in modalità telematica, da parte di ciascun alunno davanti ai docenti del consiglio stesso.
  2. […]
  3. La presentazione orale di cui al comma 1 si svolge entro la data dello scrutinio finale, e comunque non oltre il 30 di giugno, secondo quanto previsto dal calendario stabilito dal dirigente scolastico o dal coordinatore delle attività educative e didattiche, sentiti i consigli di classe.
  4. Il dirigente scolastico dispone lo svolgimento delle presentazioni orali in videoconferenza o in idonea modalità telematica sincrona, assicurandone la regolarità attraverso l’utilizzo degli strumenti tecnici più idonei.
  5. […]

Il Ministero ha lasciato dunque ampi spazi di discrezionalità alle singole scuole, sia per quanto attiene ai contenuti dell’elaborato (che potrà dunque avere la forma di un testo, di una presentazione multimediale, di un filmato e persino di una produzione tecnico pratica o musicale), sia per quanto riguarda le tempistiche di invio e di presentazione al Consiglio di Classe.

Ho voluto dunque elaborare una piccola guida alla stesura dell’elaborato nella forma della “Presentazione Multimediale” dove raccogliere i consigli che io sento di dare ai miei alunni, in base alla mia esperienza. Ovviamente questa guida non ha la pretesa di fornire delle “verità universali”, ma solo ciò che , insieme ai miei colleghi, abbiamo imparato in questi anni, ascoltando migliaia e migliaia di colloqui orali. Spero possa esservi utile.

Questo modello, creato con Google Presentazioni ha lo scopo di mostrarvi come poter realizzare una presentazione efficace anche in mancanza di software specifici a pagamento come il famoso Power Point. Siete liberi  di scegliere il software che preferite, ma le indicazioni sui contenuti ovviamente rimarranno le stesse.

Scegli un approccio personale per attirare l’attenzione del tuo pubblico fin dall’inizio, in modo semplice e coerente. Le parole chiave di questa presentazione dovranno essere: rielaborazione critica e originalità.

  • Rielaborazione critica
    Fornisci la tua interpretazione dei fatti e degli argomenti. Analizzali in modo personale. Non limitarti a ripetere a memoria qualcosa scritto da altri.
  • Originalità
    Sottolinea gli aspetti innovativi, insoliti
    o sorprendenti. Dai al pubblico una ragione per sentirsi coinvolto. Rendi unica e personale la tua esposizione.
Scarica la guida

La tua presentazione dovrà essere chiara, coerente e di facile lettura. Analizziamo la sua struttura:

  • Copertina
    Contiene il titolo dell’argomento principale, il tuo nome, la classe, etc
  • Mappa Concettuale
    Sarà la seconda “slide”. Conterrà i collegamenti tra l’argomento principale nelle varie materie.
  • Collegamenti Interdisciplinari  

Nelle slide seguenti dovrai mostrare come hai collegato il tuo argomento alle varie materie. Puoi usare immagini evocative o descrittive, pochissimee parole chiave, citazioni… solo un consiglio: non riempirle di testo! 

Il tuo argomento “centrale” sarà collegato alle diverse discipline con altrettanti temi affrontati nel corso di quest’anno scolastico (o nel corso del triennio).

Per questo motivo è importante condividere la scelta dei temi con i tuoi docenti, impegnandoti per proporre loro le tue idee.

Cerca di evitare di copiare le tesine “già pronte” presenti in rete nei vari siti di studenti. I tuoi prof le conoscono a memoria e non faresti una bella figura…

Buona fortuna! Speriamo che questi suggerimenti ti aiutino a creare una presentazione efficace ed originale!

Adesso non perdiamo altro tempo… di corsa a studiare!!!



3 risposte a “Guida all’Elaborato d’esame di Terza Media”

Ti è piaciuto l'articolo? Lascia qui un tuo commento!